Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Francois Hollande

KEYSTONE/French Pool via AP

(sda-ats)

"La Francia è afflitta, inorridita da questa tragedia, questa mostruosità" ma "la Francia è forte e sarà sempre più forte dei fanatici che oggi vogliono colpirla". Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande dopo la strage di Nizza.

"Lo stato di emergenza che doveva terminare il 26 luglio sarà prolungato di tre mesi", ha aggiunto Hollande.

Quello di Nizza è "un attacco di cui non si può negare il carattere terroristico". Il camion che si è scagliato contro la folla a Nizza "aveva l'intenzione di uccidere, schiacciare e massacrare", ha detto il presidente francese, denunciando la "violenza assoluta" della strage del 14 luglio. "Dobbiamo fare di tutto per lottare contro questo flagello", ha continuato visibilmente commosso, nel corso del suo intervento notturno dall'Eliseo al termine di una riunione con il premier Manuel Valls. Il capo dello Stato ha quindi rivolto un messaggio di "solidarietà alle vittime e alle loro famiglie". Dopo gli attentati parigini del gennaio 2015 e del 13 novembre scorso ora viene "colpita Nizza. Tutta la Francia è sotto la minaccia del terrorismo islamico. In queste circostanze serve vigilanza assoluta e una determinazione senza fine", ha concluso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS