Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

No a microchip per controllare criminali pericolosi

In seguito all'omicidio di Adeline da parte di un detenuto al beneficio di misure terapeutiche, il Consiglio federale giudica sensato migliorare le procedure penali. Tuttavia, rispondendo ad alcune proposte del parlamento che invita a respingere, l'Esecutivo sostiene che l'impianto di un microchip elettronico sotto la pelle di criminali pericolosi o la soppressione della libertà condizionale siano misure sproporzionate.

Con tre mozioni, la consigliera nazionale UDC Céline Amaudruz chiede un severo giro di vite, come l'impianto di un microchip destinato a chi è stato condannato per delitti gravi, come l'assassinio e lo stupro, e ritorna in libertà.

Stando alla consigliera nazionale, un simile gadget avrebbe un effetto preventivo. Nella sua risposta, il Governo sostiene che una simile misure sarebbe sproporzionata; inoltre, se le autorità applicano correttamente il diritto, un detenuto verrebbe liberato solo se non rappresenta più un pericolo per la società.

Nella sua risposta, l'Esecutivo ha anche ricordato che è attualmente in discussione un inasprimento delle prescrizioni riguardanti l'esecuzione delle pene.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.