Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Niente nuove deduzioni fiscali per promuovere il risanamento energetico degli edifici

KEYSTONE/ENNIO LEANZA

(sda-ats)

Niente nuove deduzioni fiscali per promuovere il risanamento energetico degli edifici.

La Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio degli Stati ha respinto la proposta con 7 voti contro 5 e una astensione, confermando così la prima decisione del plenum sulla strategia energetica.

Per la maggioranza della commissione, nuove deduzioni costituirebbero un'ingerenza nella sovranità cantonale. Inoltre avrebbero un effetto limitato sul bilancio energetico e rischierebbero di causare oneri amministrativi eccessivi.

Una minoranza della Commissione sostiene invece un incremento delle deduzioni fiscali ai costi di demolizione per gli immobili facenti parte della sostanza privata per incrementare l'efficienza energetica nel settore delle vecchie costruzioni, in cui vi è un notevole potenziale di miglioramento.

Il progetto è pronto per essere trattato in occasione della sessione estiva della Camera. La Commissione ha inoltre deciso di rinviare al prossimo trimestre le sue decisioni sull'iniziativa popolare "Per un approvvigionamento elettrico sicuro ed economico" in modo da consentire un coordinamento ottimale con la strategia energetica 2050.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS