Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio nazionale è contrario - per ora - allo scambio di informazioni sui residenti in Svizzera tra la Posta e i servizi del controllo abitanti dei comuni. Con 126 voti contro 54 ha respinto una iniziativa parlamentare di Hannes Germann (UDC/SH) già approvata dal Consiglio degli Stati.

Per l'autore dell'atto parlamentare, le schede sui residenti della Posta (per esempio per gli indirizzi) sono più aggiornate di quelle contenute nei registri abitanti dei comuni. Lo scambio costante, invece che puntuale, di dati con la Posta, potrebbe contribuire ad elevare l'affidabilità del registri della popolazione.

Il relatore della commissione Marco Romano (PPD/TI), invitando i colleghi a respingere l'iniziativa parlamentare, ha però espresso dubbi sulla reale efficacia dello scambio di dati chiesto da Germann.

La Commissione non è comunque contraria di principio, ha aggiunto il ticinese ricordando che questa ha elaborato un postulato nel quale chiede al governo di determinare costi, benefici, rischi e limiti di un tale scambio di informazioni. Il governo dovrebbe rispondere nel 2015.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS