Navigation

Nobel Kremer: "Cina è esempio nella lotta alla povertà"

Michael Kremer, insignito quest'anno del premio Nobel per l'economia. KEYSTONE/AP Harvard University News Office/JON CHASE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2019 - 12:41
(Keystone-ATS)

Negli ultimi decenni, la Cina ha conseguito "enormi successi" nella povertà, oltre a una crescita sostenuta guidata dalle riforme e dall'apertura del Paese.

È l'opinione espressa dall'economista statunitense Michael Kremer, fresco Nobel per l'economia, esperto di sviluppo e docente all'università di Harvard. "La Cina ha sperimentato molto per trovare nuovi metodi volti a migliorare lo sviluppo economico e a ridurre la povertà e in questo ha avuto molto successo", ha sottolineato Kremer, la cui ricerca esamina i livelli di istruzione e salute raggiunti nei Paesi in via di sviluppo, oltre ai processi relativi all'immigrazione e alla globalizzazione.

Secondo Kremer - insignito del Nobel nel 2019, insieme ai professori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) Esther Duflo e Abhijit Banerjee, per "l'approccio sperimentale volto ad alleviare la povertà nel mondo" -, un orientamento decentrato, "combinato con adeguati incentivi, ha rappresentato un potente ingrediente alla base del successo della Cina nella lotta all'indigenza". Alla base del successo nella lotta della Cina alla povertà, secondo l'economista, c'è anche il suo "approccio sperimentale", con politiche innovative collaudate solo in una regione prima di essere diffuse in maniera più ampia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.