Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella lotta internazionale al terrorismo, gli Stati Uniti e il mondo sono concentrati al massimo su come sconfiggere lo Stato Islamico in Iraq e nel Levante, ma la minaccia agli Usa e all'Occidente non arriva solo da lì: dalla Siria i gruppi legati ad al Qaida continuano a lavorare per colpire l'America e l'Europa, e la Cia e l'intelligence Usa sono alle prese con i loro complotti.

Lo hanno rivelato funzionari ed ex funzionari dell'intelligence americana citati dal Wall Street Journal, secondo cui i gruppi più minacciosi sono in particolare il Fronte al Nusra e, soprattutto, una cellula di leader di al Qaida ora basata in Siria, il Khorasan, che concentra la sua attenzione sull'occidente e sulla possibilità di compiere attentati contro linee aeree americane.

Un aspetto che ha allarmato diversi funzionari dell' intelligence e del Pentagono, oltre ad esperti e analisti, secondo i quali sarebbe un grave errore trascurare gruppi del genere per dedicare tutta l'attenzione all'Is.

Il direttore della National Intelligence Usa, James Clapper, che coordina tutte le agenzie di intelligence americane, ha ammesso che gli Usa hanno "sottovalutato l'Is e la sua volontà di combattere. Lo stesso errore che facemmo col Vietnam". Ma ha anche detto che il Khorasan è pericoloso almeno quanto l'Is "per ciò che riguarda la minaccia interna" agli Usa.

E l'allarme è di recente aumentato poiché si ritiene che il gruppo potrebbe tentare in tempi brevi di passare all'attacco, prendendo di mira alcuni Paesi europei tramite suoi attivisti basati in Siria e Turchia, hanno affermato le fonti del Wsj, senza però fornire indicazioni su quali siano i Paesi nel mirino o sulla natura dei complotti. In particolare si temono una serie di attentati terroristici in Paesi occidentali per recuperare spazio e prestigio rispetto all'Is, che negli ultimi mesi ha di fatto oscurato tutti gli altri.

"L'Is rappresenta una minaccia per gli Usa? certamente sì, ma non è la sola", ha affermato un ex alto funzionario dell'antiterrorismo all'interno del ministero degli Interni americano, John Cohen, secondo il quale "le minacce che arrivano dalla Siria vanno oltre la minaccia posta dall'Is".

Ma "l'Is non è il solo gruppo su cui concentriamo la nostra attenzione in quella regione", ha puntualizzato Caitlin Hayden, portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca. "Le azioni che intraprendiamo - ha detto -, e non tutte sono rese pubbliche, sono tagliate su misura per le minacce che dobbiamo affrontare".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS