Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Novartis ha annunciato oggi la conclusione delle sue transazioni incrociate con il gruppo britannico GlaxoSmithKline (GSK). Il gigante farmaceutico basilese prevede di ricavarne un utile straordinario, non quantificato precisamente, che sarà iscritto nei risultati del primo trimestre di quest'anno.

Nelle grandi linee, queste transazioni annunciate nell'aprile 2014 comprendevano l'acquisto, per 16 miliardi di dollari (15,3 miliardi di franchi al corso attuale), delle attività oncologiche di GSK e la vendita alla società britannica delle attività relative ai vaccini (ad eccezione dei farmaci antinfluenzali), per 7,1 miliardi di dollari.

L'unità dei vaccini contro l'influenza sarà acquistata dalla società australiana CSL per 275 milioni di dollari, come annunciato lo scorso mese di ottobre. L'operazione dovrebbe giungere definitivamente in porto entro la fine di quest'anno.

Novartis e GSK hanno inoltre creato un'impresa in comune, la GSK Consumer Healthcare, specializzata in medicinali che non richiedono la ricetta medica (OTC, over the counter). Novartis detiene il 36,5% di questo nuovo leader mondiale del settore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS