Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Novartis ha trovato un accordo con l'autorità di vigilanza americana SEC in relazione ad un caso di corruzione in Cina. Il gigante farmaceutico basilese ha accettato di pagare una multa di 25 milioni di dollari (24,4 milioni di franchi).

Tra il 2009 e il 2013, Alcon - la filiale del gigante basilese attiva nell'oftalmologia - avrebbe corrotto i medici per favorire le vendite di medicinali, emerge dai documenti resi pubblici oggi dalla SEC.

Novartis, che a settembre 2013 aveva annunciato di aver avviato un'indagine interna per verificare se i sospetti erano reali, ha accettato la sanzione senza confermare o smentire le accuse di corruzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS