Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SEUL - La Corea del Nord rafforzerà il proprio arsenale nucleare. Lo riferisce l'agenzia ufficiale Kcna, in un dispaccio che suona come una risposta al presidente Usa, Barack Obama, che da Toronto ha detto di avere discusso "in modo molto franco" col presidente cinese Hu Jintao sul comportamento ''bellicoso'' di Pyongyang, "inaccettabile" per la comunità internazionale.
L'annuncio sull'ulteriore rafforzamento dell'arsenale nucleare, con "un metodo nuovo" e non meglio specificato, ha lo scopo di contrastare quello che Pyongyang definisce "la politica ostile degli Stati Uniti e le minacce militari" verso la nazione comunista.
Un portavoce del ministero degli Esteri nordcoreano ha spiegato, in una nota, che documenti "declassificati di recente dimostrano che gli Stati Uniti avevano tramato attacchi nucleari" contro il Nord.
"I dati storici - inoltre - dimostrano che la Corea del Nord aveva ragione quando ha deciso di reagire alle armi nucleari con un deterrente nucleare. I recenti e inquietanti sviluppi nella penisola coreana sottolineano la necessita' che la Corea del Nord sostenga il suo deterrente nucleare con un nuovo metodo di sviluppo contro la persistente politica americana ostile e la sua minaccia militare verso la Corea del Nord".
Pyongyang ha un programma nucleare di armamenti, basato sul plutonio e uranio, ma il regime ha affermato a maggio di essere in grado di produrre una reazione di fusione nucleare capace di essere utilizzati per una bomba a idrogeno.
Tuttavia, gli esperti hanno definito l'annuncio come un bluff, osservando la 'commercializzazione' della tecnologia alla base della fusione nucleare richiede ancora decenni di sviluppo.

SDA-ATS