Navigation

Nucleare: Iran; Aiea, crescente preoccupazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2011 - 18:21
(Keystone-ATS)

I governatori dell'Agenzia atomica internazionale (Aiea) hanno approvato oggi una risoluzione in cui si sottolinea la "crescente preoccupazione" per il programma nucleare di Teheran. Il testo è stato approvato con il voto favorevole di 32 Stati su 35 membri. Due i contrari.

Intanto il rappresentante iraniano presso l'Agenzia, Ali Asghar Soltaniyeh, ha fatto sapere che la missione di "chiarimento" proposta dall'Aiea all'Iran "non si può fare ora". Ali Asghar ha poi annunciato che non parteciperà ai colloqui sul disarmo atomico, organizzati dall'Aiea e previsti la prossima settimana.

Dal canto suo il rappresentante di Teheran presso l'Agenzia atomica, Ali Asghar Soltaniyeh, ha affermato che la pubblicazione da parte dell'Aiea dei nomi degli scienziati nucleari iraniani "mette a rischio la loro vita: sono diventati obiettivi dei gruppi terroristi così come dell'intelligence del regime israeliana e americana". Le affermazioni sono contenute in una lettera al direttore generale dell'organismo, Yukiya Amano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?