Navigation

Nucleare: Iran; manovre anti-aeree per proteggere siti

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2012 - 17:48
(Keystone-ATS)

L'Iran ha dato il via oggi a "grandi manovre per rinforzare la difesa anti-aerea" dei siti "sensibili e in particolare nucleari". Lo ha reso noto l'agenzia ufficiale Irna citando un comunicato del comandante della Difesa anti-aerea iraniana.

Le manovre, di quattro giorni hanno luogo nel "centro-sud del Paese", non lontano dal Golfo Persico, ha aggiunto l'agenzia, precisando che in campo ci sono missili, sistemi radar e aviazione.

Le manovre militari sono state battezzate "Sarollah" ("vendetta di Dio") e sono state annunciate dopo che nei giorni scorsi Israele ha minacciato un possibile attacco israeliano contro Teheran per fermare il programma nucleare.

Lo Stato ebraico e una parte della comunità internazionale, malgrado le smentite di Teheran, è convinto che la Repubblica islamica stia cercando di sviluppare la bomba atomica sotto copertura del suo programma nucleare civile. Dal 2006 sono sei le risoluzioni del Consiglio di sicurezza della Nazioni Unite che hanno condannato l'Iran su questo tema.

Secondo gli esperti, il probabile attacco di Israele potrebbe avvenire nel sud del Paese, proprio la dove le manovre sono state organizzate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?