Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Il leader del Cremlino Dmitri Medvedev, nella conferenza stampa dopo la firma dello Start2, ha ribadito di non escludere che il consiglio di sicurezza dell'Onu sarà costretto a valutare sanzioni contro Teheran per la sua mancata collaborazione sul dossier nucleare.
Medvedev ha ricordato che Mosca preferisce seguire la via politico-diplomatica ma che in caso di necessità si dovranno valutare le sanzioni, che però dovranno essere "mirate" senza colpire il popolo iraniano.

SDA-ATS