Navigation

Nucleare: Iran; Netanyahu, sanzioni con o senza Onu

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2010 - 11:11
(Keystone-ATS)

GERUSALEMME - "Se sanzioni paralizzanti nei confronti dell'Iran non saranno adottate all'interno del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, allora andranno adottate al di fuori. Una cosa è certa: devono essere applicate immediatamente": lo ha dichiarato oggi il premier israeliano Benyamin Netanyahu in un intervento di fronte alla direzione della Agenzia Ebraica a Gerusalemme.
Secondo Netanyahu è necessario che all'Iran sia impedito di esportare combustibili grezzi e di importare benzina e gas. "Il regime iraniano - ha osservato ancora Netanyahu - dipende infatti dall'energia".
In assenza di sanzioni del genere, ha previsto il primo ministro, "niente potrà impedire all'Iran di sviluppare armi atomiche".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.