Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - La centrale nucleare costruita dai russi a Bushehr, nell'Iran meridionale, dovrebbe essere "messa in funzione quest'estate". Lo ha detto oggi il primo ministro russo Vladimir Putin.
"Il primo reattore della centrale nucleare di Bushehr dovrebbe essere messo in servizio già in estate", ha detto Putin, citato dalle agenzie russe, durante una riunione sull'energia nucleare a Volgodonsk, nella Russia meridionale.
Il premier non ha fornito però una data esatta per il completamento della centrale, già rinviato a più riprese, mentre gli occidentali temono che il programma nucleare iraniano nasconda un piano per costruire armi atomiche.
La costruzione della centrale è ufficialmente terminata da febbraio e la Russia ha già fornito il combustibile necessario per il suo funzionamento. Ma si deve ancora procedere al lancio "tecnico", che serve per testare l'equipaggiamento.
Il progetto di Bushehr era stato avviato dalla tedesca Siemens prima della rivoluzione islamica del 1979, poi interrotto poco dopo l'inizio della guerra Iran-Iraq, nel 1980. La Russia lo ha riprese nel 1994 e il suo completamento era inizialmente previsto nel 1999.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS