Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - L'Iran si è detto pronto ad scambiare in una volta sola e sul suo territorio 1200 kg di uranio arricchito al 3,5 per cento contro 120 kg di combustibile al 20 per cento.
Lo ha reso noto oggi Ali Akbar Salehi, capo dell'organizzazione iraniana per l'energia atomica, citato dal quotidiano Javan.
Salehi ha detto: "Siamo pronti a concedere la totalità dell'uranio ma a condizione che lo scambio avvenga in Iran e in modo simultaneo". Lo scambio ha precisato Salehi, riguarda "il reattore di ricerca di Teheran".
È la prima volta che l'Iran si mostra aperto ad uno scambio, in una volta sola, del suo uranio debolmente arricchito contro un combustibile maggiormente arricchito.
La questione delle scorte di uranio è al centro del contenzioso tra l'Iran e i paesi occidentali che temono una ricerca da parte di Teheran dell'arma atomica, per la fabbricazione della quale è necessario uranio arricchito al 90 per cento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS