Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Gli Stati Uniti hanno aggiunto 20 imprese di trasporto marittimo con sede ad Hong Kong e quattro con sede sull'isola di Man, tutte affiliate alle Islamic Republic of Iran Shipping Lines (Irisl), oltre a due filiali della Aerospace Industries Organizazione (Aio) alla lista nera delle società con le quali è illecito avere rapporti commerciali nell'ambito della sanzioni contro l'Iran.
Lo ha annunciato il Tesoro Usa, oggi a Washington, precisando che quattro società di trasporto di Hong Kong, le Starry Shine International Limited, Ideal Success Investments Limited, Top Glacier Company Limited, and Top Prestige Trading Limited fanno capo a Ahmad Sarkandi e Ghasem Nabipour, che lavorano per l'Irisl. Altre 16 compagnie, tutte allo stesso indirizzo, appartengono all'Irisl o a sue filiali, e lo stesso vale per le quattro dell'isola di Man.
Le altre due finite sulla lista nera sono la Shahid Ahmad Kazemi Industries Group, una filiale dell'Aio, specializzata nella messa a punto di missili terra-aria, e la M. Babaie Industries, che appartiene o è controllata dalla stessa Aio.
"L'Irisl sta subendo una fortissima pressione finanziaria grazie alle sanzioni internazionali - ha indicato Stuart Levey, il sottosegretario al Tesoro per il terrorismo e l'intelligence finanziaria - e ci vuole tempo per oscurarne la rete e capire la proprietà delle navi. La decisione odierna dimostra che l'Iran sta continuando a prendere una serie di misure per proseguire con il suo comportamento illecito".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS