Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Homer Simpson e la sua famiglia sono le prime vittime "svizzere" dell'incidente nucleare di Fukushima in Giappone: la televisione svizzerotedesca SF ha infatti deciso di non più trasmettere gli episodi della famosa serie di cartoni animati "I Simpson" che trattano di sicurezza atomica, ha indicato all'ATS una portavoce dell'azienda confermando informazioni di Radio 24.

Nella serie Simpson, la centrale nucleare di Springfield viene gestita in maniera approssimativa, principalmente a causa della negligenza dei suoi dipendenti e dell'avarizia del proprietario Montgomery Burns. Homer Simpson lavora come addetto alla sicurezza pur non avendo nessuna qualifica. Il cuore dell'impianto è un reattore che funziona nonostante centinaia di violazioni alle norme di sicurezza.

In più occasioni - ricorda Wikipedia - vengono mostrati i problemi di sicurezza della centrale; ratti fosforescenti che corrono nei corridoi, tubi e bidoni che perdono liquido radioattivo, rifiuti smaltiti in un parco giochi, barre di plutonio usate come fermacarte, perdite delle torri di raffreddamento tappate con gomma da masticare, scheletri nelle fondamenta e segnali di allarme ignorati dai dipendenti. Per queste ragioni la centrale ha rischiato più volte di collassare. Tra gli effetti collaterali della sua presenza in città ci sono le mutazioni di alcuni animali come un ragno gigante e un pesce con tre occhi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS