Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - La risoluzione Onu per nuove sanzioni all'Iran non ha legittimità: lo ha sottolineato oggi il più stretto consigliere del presidente Mahmud Ahmadinejad.
"La bozza che verrà discussa al Consiglio di sicurezza dell'Onu non ha alcuna legittimità", ha detto Mojtaba Samareh-Hashemi.
Ieri, gli Usa hanno fatto circolare in seno al Consiglio di sicurezza una bozza che espande le sanzioni all'Iran per il suo programma nucleare, che ha avuto l'approvazione di tutte e cinque le potenze con diritto di veto, oltre agli Usa, Gran Bretagna, Francia, Cina e Russia e della Germania (parte del 5+1). La bozza dovrà essere esaminata dall'intero Consiglio per l'approvazione finale.
Ventiquattro ore prima, l'Iran aveva siglato una intesa con Turchia e Brasile per lo scambio di combustibile nucleare.
Il ministro degli Esteri iraniano, Manoucher Mottaki, si è mostrato sorpreso dopo l'annuncio dell'intesa sulla bozza del 5+1, invitando i giornalisti che chiedevano un commento a "non prenderla seriamente".

SDA-ATS