Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Citigroup si è appena lasciata alle spalle il salvataggio pubblico e gli investimenti rischiosi. Ma già si profilano nuove grane, che rischiano di rimettere la banca nell'occhio del ciclone, incrinando il rapporto con Washington solo da poco recuperato. Secondo indiscrezioni, le autorità federali hanno avviato un'indagine penale su Citigroup per la frode da 400 milioni di dollari nella sua divisione messicana Banamex.

A questo si aggiunge l'inchiesta delle autorità del Massachusetts per valutare se la banca abbia in essere adeguate misure contro il riciclaggio di denaro da parte dei suoi clienti. Due azioni che appesantiscono il titolo Citigroup in Borsa, dove procede in territorio negativo. E a complicare il quadro, gettando una nuova ombra almeno nel rapporto con le autorità, è il road show avviato dalla banca per presentare agli investitori la nuova piattaforma per la cartolarizzazione dei subprime, i mutui al centro della crisi. Si tratta di OneMain Financial, che si prepara a debuttare per rispondere alla richiesta degli investitori di titoli a elevato rendimento.

Citigroup non è l'unica a Wall Street a cercare di soddisfare la domanda: la macchina delle cartolarizzazioni si è rimessa in moto, con le vendite di bond 'spazzatura' in forte aumento e i prestiti alle società con un elevato leverage che hanno superato i livelli pre-2008. Un boom che ha riacceso l'attenzione sulle banche centrali e sul possibile uso della politica monetaria per contenere le bolle.

L'indagine penale avviata dalle autorità americane punta ad accertare se mancanze nei controlli interni della banca abbiano contribuito alla frode in Messico. Citigroup ha annunciato lo scorso febbraio che la sua divisione messicana, Banamex, aveva scoperto un'apparente frode, con uno dei suoi dipendenti che avrebbe falsificato dei documenti per aiutare una società petrolifera a a ottenere un finanziamento che non avrebbe potuto ripagare.

Citigroup sembrava inizialmente la vittima della frode ma l'Fbi e le autorità americane stanno indagando per accertare se Citigroup sia da un lato vittima e dall'altra parte facilitatore della frode. L'obiettivo delle autorità è accertare se gli errori sono stati commessi da un solo dipendente di Banamex oppure se ci sia il coinvolgimento di personale negli Stati Uniti, e se il caso è isolato o riflette un problema più ampio.

SDA-ATS