Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

AMAG è di nuovo nel mirino della Commissione della concorrenza (Comco). L'importatore di automobili argoviese è sospettato di aver abusato della sua posizione dominante sul mercato e di discriminazione nei confronti dei concessionari indipendenti.

La Comco ha aperto un'inchiesta preliminare, ha detto oggi all'ats il suo direttore supplente Patrik Ducrey, confermando una notizia pubblicata dalla "SonntagsZeitung". Le indagini riguardano le importazioni e la rivendita da parte di AMAG di veicoli delle marche del gruppo Volkswagen a concessionari indipendenti. Ducrey ha rifiutato di fornire ulteriori precisazioni.

Lo scorso agosto la Comco aveva chiuso una inchiesta contro AMAG avviata nel maggio 2013 per presunte intese sui prezzi di vendita di veicoli nuovi del gruppo Volkswagen (VW, Audi, Škoda e Seat). Alla società argoviese erano state risparmiate sanzioni essendosi autodenunciata all'autorità federale e avendo cooperato nelle indagini. Nell'accordo "amichevole" con la Comco AMAG si era impegnata a non applicare accordi sulla fissazione di sconti e riduzioni forfettarie e a non scambiare informazioni sensibili sui prezzi con i suoi concorrenti. Il procedimento contro i restanti concessionari prosegue.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS