Navigation

Nuova sede distaccata nei Grigioni per l'ornitologia svizzera

Nel Cantone dei Grigioni vive la metà della popolazione svizzera del Piro piro piccolo. Keystone/Markus Varesvuo sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 giugno 2020 - 10:57
(Keystone-ATS)

La diversità paesaggistica del Grigioni ricopre un ruolo centrale per l'avifauna elvetica. La Stazione ornitologica svizzera rafforza il suo impegno per la protezione degli uccelli nei Grigioni e crea una nuova sede a Coira.

Il Cantone dei Grigioni ospita innumerevoli specie di uccelli, indica in una nota odierna la Stazione ornitologica svizzera con sede a Sempach (LU). Molti uccelli nidificanti, messi in difficoltà nell'Altopiano svizzero dalle attività umane, vi trovano degli habitat ancora intatti. Tra questi ci sono lo Stiaccino, oppure il Piro piro piccolo. Inoltre è particolarmente importante anche per uccelli alpini come la Pernice bianca e il Fringuello alpino.

La Stazione ornitologica svizzera si era già impegnata in Engadina negli anni Ottanta. Ultimamente si è impegnata nella rivitalizzazione dei corsi d'acqua e ha intensificato la cooperazione con i parchi naturali regionali. Per rafforzare ulteriormente la protezione degli uccelli la Stazione ornitologica ha ora istituito una sede distaccata a Coira, dopo quelle nel Vallese (Sion) e in Ticino (Contone).

"Vorremmo promuovere la protezione degli uccelli in questo cantone così interessante e importante per l'avifauna", spiega Roman Graf, responsabile a Sempach per la gestione della sede distaccata, citato nella nota. La nuova sede permette di rafforzare il contatto con i numerosi volontari.

Nel Grigioni vive attualmente oltre la metà della popolazione svizzera del Piro piro piccolo. Si tratta di una specie fortemente minacciata che può trarre beneficio dai lavori di rivitalizzazione dei fiumi più grandi se la creazione di aree indisturbate è assicurata da una gestione dei visitatori.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.