Navigation

Nuova Zelanda: nave incagliata; governo,possibile errore umano

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 ottobre 2011 - 12:05
(Keystone-ATS)

Potrebbe esserci stato un errore del comandante all'origine del naufragio della portacontainer che ha provocato il più grave disastro ambientale in Nuova Zelanda, riversando centinaia di tonnellate di petrolio in mare. Lo ha lasciato intendere il governo neozelandese.

Sembra che l'equipaggio del cargo, pressato per arrivare a destinazione, abbia accelerato, prendendo una scorciatoia ma andando a finire contro una scogliera a largo di Tauranga, nel nord del paese, ha riferito il ministro dell'ambiente Nick Smith alla tv, aggiungendo di non avere ancora la conferma di questa ipotesi.

La portacontaier battente bandiera liberiana si è incagliata dal 5 ottobre in una delle più belle anse del paese, la baia di Plenty, e questo disastro ambientale ha creato enorme emozione nel paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?