Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un nuovo muro di cemento è stato eretto oggi a Gerusalemme per impedire il lancio di sassi e bottiglie incendiarie dal rione palestinese di Jabal Mukaber al vicino quartiere ebraico di Armon HaNatziv.

Secondo i media si tratta di poche decine di metri e il muro verrà rimosso nel momento in cui finiranno le attuali violenze.

Il nuovo muro è stato eretto a protezione degli abitanti israeliani della via Meir Nakar, che trovandosi a ridosso di Jabel Mukaber nelle ultime settimane sono stati sottoposti a ripetuti attacchi di sassi e bottiglie incendiarie. In un tratto le abitazioni ebraiche sono state già protette da alte reti di metallo che a quanto pare non danno ancora la necessaria sicurezza.

Alla base del nuovo muro di cemento c'è scritto: "Blocco poliziesco temporaneo immediato". Le lastre di cemento sono solo appoggiate sull'asfalto e possono essere rimosse in breve tempo.

Da Jabel Mukaber sono giunti alcuni degli attentatori palestinesi entrati in azione questo mese. Lungo per il momento alcune decine di metri, il nuovo muro non impedisce di per sé agli abitanti di Jabel Mukaber di raggiungere gli altri rioni della città.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS