Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Studenti del Politecnico di Losanna hanno realizzato un nuovo sistema di sterilizzazione che dovrebbe far diminuire le infezioni negli ospedali nei paesi in via di sviluppo, poiché è semplice, economico e con bisogni in acqua e energia ridotti.

Il sistema si basa su una SteriBox, "un recipiente portatile che può sterilizzare e immagazzinare materiale medico sul lungo termine". Il procedimento dura diverse ore e utilizza i raggi ultravioletti per trasformare l'ossigeno in ozono per permettere la sterilizzazione, spiega l'alta scuola in un comunicato.

Necessita di un solo millilitro di acqua, cioè mille volte meno di un equipaggiamento tradizione per la sterilizzazione. Inoltre consuma cento volte meno energia.

Il sistema Sterilux è destinato principalmente ai paesi che non hanno accesso ai metodi classici. Negli ospedali moderni del Nord dal 5 al 10% dei pazienti sono vittime di infezioni, nei paesi in via di sviluppo la percentuale è da 2 a 20 volte più elevata.

Il sistema è stato sviluppato dalla start-up Sterilux, fondata da Marc Spaltenstein. Il programma informatico è stato messo a punto da un altro studente del politecnico, ma la società non ha nessun legame con l'alta scuola.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS