Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sarebbe l'azione coordinata di militanti dell'ultradestra Usa dietro alla diffusione sul web dei documenti piratati nel massiccio attacco hacker alla campagna di Emmanuel Macron

Keystone/AP/BOB EDME

(sda-ats)

Ci sarebbe l'azione coordinata di militanti dell'ultradestra Usa dietro alla diffusione sul web dei documenti piratati nel massiccio attacco hacker alla campagna di Emmanuel Macron: è quanto afferma il New York Times.

In un articolo il giornale scrive che "dopo mesi di tentativi di spostare in favore di Marine Le Pen l'ago della bilancia delle presidenziali francesi, attivisti di estrema destra americana hanno gettato il loro peso in appoggio all'hackeraggio di Macron, nel tentativo di spargere il dubbio su un'elezione fondamentale non solo per la Francia, ma per il mondo intero".

Alcuni esperti, citati dal quotidiano Usa, ritengono che alcuni dei documenti diffusi potrebbero essere collegati alla Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS