Navigation

Nyt: Xi nel 2014 "nessuna pietà con gli uiguri"

Il presidente cinese Xi Jinping avrebbe promosso un giro di vite contro le minoranze etniche del paese, uiguri in primis. KEYSTONE/EPA EFE/ANDRE COELHO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 novembre 2019 - 21:13
(Keystone-ATS)

Più di 400 pagine di documenti interni che descrivono il giro di vite della Cina contro le minoranze etniche musulmane nella regione di Xinjiang, prendendo di mira gli uiguri ma anche i kazaki rinchiusi in campi di prigionia o nelle carceri.

A pubblicarli il New York Times, che ha ottenuto anche discorsi del presidente Xi Jinping, il quale nel 2014 parlò di "nessuna pietà" nei confronti degli uiguri. Dai documenti trapela anche la volontà di Pechino di allargare le restrizioni all'islam ad altre parti della Cina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.