Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo editoriale NZZ assume il controllo quasi totale del "St. Galler Tagblatt" e della "Neue Luzerner Zeitung" (NLZ) : l'azienda zurighese ha infatti rilevato da Publigroupe la partecipazione del 25% detenuta in FPH Freie Presse Holding, azionista di maggioranza del quotidiano sangallese e della LZ Medien Holding, società a cui - oltre alla NLZ - appartengono anche altri giornali, nonché attività online, radio e televisive. Prezzo dell'operazione: 53 milioni di franchi.

NZZ già deteneva il 75% del capitale di FPH. Come noto Tamedia ha lanciato un'offerta pubblica di acquisto su Publigroupe: la transazione con NZZ deve quindi ancora essere approvata dagli azionisti. Tamedia si è però già detta non interessata alle partecipazioni in giornali.

Publigroupe, oltre che nella FPH, detiene quote in altri società editrici. Ha un quinto della Südostschweiz Presse und Print, il 29% della SNP Société Neuchâteloise de Presse (quotidiani "L'Impartial" e "L'express", il 18% di Regiopress ("La Regione Ticino") e il 17% della Rhône Media ("Le Nouvelliste"). Contattato dall'ats un portavoce di Publigroupe non ha voluto precisare se sono già in corso colloqui per cedere queste partecipazioni.

L'operazione annunciata inciderà negativamente sul risultato annuale di Publigroupe: comporterà infatti un ammortamento del goodwill nella misura di 24 milioni di franchi. Per il gruppo NZZ si tratta invece di semplificare le strutture e di rafforzare la posizione nella Svizzera orientale e centrale.

SDA-ATS