Navigation

Obama, atto estrema intolleranza e settarismo

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2011 - 08:56
(Keystone-ATS)

Il presidente americano Barack Obama ha condannato il rogo del Corano da parte di un pastore estremista statunitense il 20 marzo scorso definendolo un atto "d'estrema intolleranza e settarismo", un gesto che ha provocato violenze in Afghanistan.

A Kandahar , già roccaforte dei talebani, le manifestazioni di ieri sono finite in tragedia quando la folla ha tentato di dare l'assalto alla sede dell'amministrazione provinciale e la polizia ha sparato: il bilancio è di 10 morti, tra cui due agenti, e di oltre 80 feriti. Venerdì scorso a Mazar-i- Sharif, nel nord dell'Afghanistan, durante un attacco a una sede dell'Onu sono rimaste uccise sette persone (quattro nepalesi e tre europei).

A Kabul è stato sventato per un soffio il tentativo di tre kamikaze, nascosti sotto burqa femminili, di farsi saltare in aria dentro la base Nato di Camp Phoenix. Sarebbe stata una strage se gli attentatori non fossero stati uccisi dalla sorveglianza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?