Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Con Netanyahu nessun problema personale, ma un problema di sostanza": lo ha detto il presidente americano, Barack Obama, respingendo le critiche di chi lo accusa di mettere i suoi cattivi rapporti col premier israeliano davanti all'interesse nazionale.

Obama ha quindi ribadito come la cooperazione militare con Israele "continuerà senza sosta" e come l'America "continuerà a proteggere il popolo israeliano".

La "valutazione" degli Usa sulla linea da tenere d'ora in poi nel processo di pace in Medio Oriente "continuerà a coinvolgere gli israeliani e i palestinesi", ha detto ancora il presidente degli Stati Uniti, sottolineando tuttavia che "non possiamo basare sforzi diplomatici su qualcosa che sappiamo non accadrà, almeno non nei prossimi anni".

Obama ha poi scelto di non commentare le informazioni pubblicate oggi dal "Wall Street Journal" secondo cui Israele avrebbe spiato i negoziati sul nucleare iraniano. Però, ha sottolineato, sull'andamento dei colloqui "abbiamo aggiornato non solo il Congresso, ma anche gli israeliani e i nostri altri partner".

E se un accordo ci sarà, ha affermato, "sarà un buon accordo per la sicurezza americana, israeliana e della regione". "Se non sarà così, non ci sarà alcun accordo", ha concluso Obama, garantendo "trasparenza in tutto il processo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS