Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Il presidente Usa Barack Obama illustra oggi il documento per la nuova strategia di sicurezza nazionale, il primo della sua amministrazione. Ecco i punti salienti.
RILANCIO ECONOMICO E AMBIENTE: L'amministrazione americana lavorerà per "resistere al protezionismo" e "promuovere la liberta" di commercio", per "tagliare la dipendenza dal petrolio straniero" e assicurare una crescita "equilibrata e sostenibile". Solo in questo quadro sarà possibile proseguire le operazioni in Iraq e Afghanistan e contestualmente affrontare le minacce interne ed internazionali. Per la Casa Bianca lo sforzo globale per combattere i cambiamenti climatici "richiede l'impegno della nazione a ridurre le proprie emissioni".
SUPERARE LE TRADIZIONALI ALLEANZE E RUOLO G20: Gli "oneri di un secolo giovane" non possono ricadere solo sull'America. Gli Stati Uniti devono espandere le proprie alleanze tradizionali a Paesi come la Cina, l'India, il Brasile, il Sudafrica e l'Indonesia. Questi Paesi, d'altro canto, devono comprendere l'importanza di giocare un ruolo mondiale nell'ambito dello strumento privilegiato del G20, con cui riformare anche Fmi e Bamca Mondiale.
CANCELLATA DIZIONE "GUERRA AL TERRORISMO": Eliminata la dizione "guerra al terrorismo": al Qaida resta il principale nemico degli Stati Uniti ma "non è una guerra contro una tattica - il terrorismo - né contro una religione - l'Islam. Noi siamo in guerra con un gruppo specifico, al Qaida, ed i suoi affiliati che sostengono gli sforzi per attaccare gli Stati Uniti, i nostri alleati e partner".
COREA NORD E IRAN: Gli Stati Uniti propongono a Corea del Nord e Iran una "scelta chiara" tra dialogo e isolamento. "Se ignoreranno i loro obblighi internazionali, utilizzeremo diversi mezzi per accrescere il loro isolamento e faremo in modo che si conformino alle norme di non-proliferazione nucleare.

SDA-ATS