Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente americano Barack Obama.

KEYSTONE/EPA EFE/BALLESTEROS

(sda-ats)

Il presidente americano Barack Obama critica le politiche di austerità europee.

Le politiche di austerità perseguite in Europa "a mio avviso hanno rappresentato un fattore importante delle frustrazioni e delle preoccupazioni visibili in molti Paesi europei, con la preoccupazione che i benefici dell'integrazione delle economie e della globalizzazione non giungono a tutti allo stesso modo".

Lo spiega il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, oggi in visita in Spagna, in una lunga intervista a "El Pais". Nell'intervista il presidente Usa difende le scelte statunitensi di riforma del sistema finanziario e di rilancio dell'economia attraverso lo stimolo della domanda, con la creazione di 14 milioni di nuovi posti di lavoro.

"Certamente - aggiunge Obama - alcuni Paesi europei hanno adottato una strategia economica differente, con misure di austerità. Credo che sia une delle ragioni per cui l'Europa stia registrando una crescita più lenta. In certi settori c'è un decennio di ritardo. L'Europa sta iniziando adesso a tornare dove si trovava prima della crisi".

L'inquilino della Casa Bianca aggiunge che "in Spagna, in Europa e nel mondo, continuerò a difendere le politiche che prendono in considerazione la gente, stimolano la crescita e creano posti di lavoro", come l'accordo di libero scambio (Ttip) che Europa e Usa stanno negoziando (ma che ormai pare impossibile da raggiungere, almeno a breve, ndr). "I governi e le istituzioni dell'Unione europea - conclude Obama - devono dimostrare che sono in contatto con le preoccupazioni quotidiani dei cittadini".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS