Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nessuna amnistia per gli immigrati clandestini, che per regolarizzarsi dovranno pagare sanzioni e tasse arretrate. Ma allo stesso tempo nessuna norma che impedisca a chi si mette in regola di diventare un giorno cittadino americano. Sarebbero questi - secondo il New York Times - i capisaldi della riforma sull'immigrazione sulla quale il presidente americano, Barack Obama - nonostante le priorità legate alla situazione dei conti pubblici - vuole imprimere un'accelerazione.

Mantenendo così una delle principali promesse della campagna elettorale. La Casa Bianca pensa a una 'riforma complessiva' - spiegano fonti al New York Times - respingendo la richiesta dei repubblicani di affrontare i vari capitoli separatamente. Obama dovrebbe quindi indicare la strada che intende seguire già nell'attesissimo discorso dello State of the Union dei primi di febbraio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS