Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Obama chiama Medici senza frontiere e chiede scusa

Il presidente americano, Barack Obama, ha chiamato Medici senza frontiere per scusarsi per il bombardamento a Kunduz City, nel nord dell'Afghanistan, avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, realizzato da velivoli Usa della Nato. Lo rende noto la Casa Bianca.

Il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, ha quindi aggiunto che Obama ha chiamato anche il presidente afghano Ashraf Ghani per esprimere le sue condoglianze per le vittime del bombardamento dell'ospedale a Kunduz.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.