Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In una serie di interviste con The Atlantic magazine pubblicate oggi, il presidente Usa Barack Obama sostiene che alcuni alleati americani nel Golfo Persico, come pure in Europa, sono degli "scrocconi" ("free riders") che "mi indispettiscono".

Sono impazienti di trascinare gli Stati Uniti in pesanti conflitti settari che talvolta hanno poco a che fare con gli interessi americani, ha continuato Obama.

Nella lista mette l'Arabia Saudita ma pure la Francia e la Gran Bretagna, almeno per quanto riguarda l'operazione in Libia contro l'ex dittatore libico Muammar Gheddafi.

I sauditi, a suo avviso, "devono trovare un modo efficace per condividere la regione (con il loro nemico, l'Iran, ndr) e istituire una sorta di pace fredda". La frustrazione di Obama verso gran parte del mondo arabo non è nuova, ma raramente il presidente americano era stato così diretto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS