Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una ragazza pachistana di 18 anni, obbligata a sposarsi con un uomo contro la sua volontà, ha deciso di vendicarsi e con un'ascia ha ucciso la sorella maggiore e ferito gravemente padre e madre.

La giovane, di cui non è stata resa nota l'identità, è stata arrestata dalla polizia a Mithi, capoluogo del distretto di Tharparkar nella provincia meridionale di Sindh, ed ha confessato di essersi rivoltata contro i suoi famigliari che avevano deciso di darla in sposa ad uno sconosciuto nonostante lei fosse contraria.

Contro la ragazza è stata presentata una denuncia dal fratello, il quale ha dichiarato agli investigatori che la sorella uccisa era incinta e che solo il suo intervento ha evitato la morte anche di suo padre e sua madre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS