Navigation

Ocse: allarme disoccupati; 45 mln in paesi sviluppati

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2012 - 18:09
(Keystone-ATS)

La disoccupazione è oramai un allarme nei paesi sviluppati: è essenziale che "le priorità delle riforme non spingano solo la crescita ma anche l'occupazione". Lo dice Angel Gurria presentando il rapporto Ocse, secondo cui sui 200 milioni di disoccupati nel mondo ben 45 milioni, "14 in più di 10 anni fa" sono nei paesi sviluppati

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?