Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Produzione record per Oettinger Davidoff: nel 2014 il gruppo basilese ha fabbricato 44 milioni di sigari di alta gamma, pari a un incremento del 13,1% rispetto all'anno precedente. Il giro d'affari è salito dell'1,7% a 1,23 miliardi di franchi.

L'utile netto non viene comunicato. In una nota odierna il gruppo indica di aver guadagnato nuovamente fette di mercato. Gli affari sono andati particolarmente bene negli Stati Uniti. Per contro in Cina Oettinger Davidoff ha risentito delle nuove disposizioni in materia di lotta alla corruzione, che comprendono il divieto di accettare regali. Ciononostante le vendite in Asia sono lievemente superiori a quelle del 2013. Anche in Europa è stata registrata una crescita rallegrante, nonostante un mercato in sensibile contrazione.

La società dà lavoro a oltre 3'500 persone. Lo scorso anno gli effettivi sono aumentati del 4,9%, in particolare grazie ai 170 nuovi impieghi nella Repubblica Dominicana e in Honduras, dove sono stati acquistati circa 170 ettari di terreni rafforzando la strategia di controllare l'intera catena di creazione di valore aggiunto, dalla semina al prodotto finito.

Per l'esercizio in corso il gruppo nato 140 anni fa si dice solo "prudentemente ottimista" a causa dell'abbandono del tasso di cambio minimo franco/euro e le prospettive congiunturali incerte nel Vecchio continente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS