Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una doppia esplosione, seguita da un violento incendio, ha investito nella tarda serata di ieri un complesso petrolchimico del gigante anglo-olandese Shell a Moerdijk, in Olanda. Lo riferiscono le autorità locali della regione del Brabante centro-occidentale, precisando che non si registrano vittime.

L'esplosione si è verificata durante un cambio di turno e le cause sono in via di accertamento. Molta paura nella zona, dove testimoni hanno raccontato di aver udito due fortissime esplosioni e una scossa simile a terremoto. Subito dopo si è innalzata un'enorme fiammata, visibile a chilometri di distanza, che ha generato una nube di fumo.

Sono intervenute diverse squadre dei pompieri e dopo poco meno di un'ora è stato annunciato che il fuoco era stato circoscritto. Per ora non si segnalano allarmi per la salute della gente.

L'impianto Shell di Moerdijk, a una quarantina di chilometri da Rotterdam, trasforma derivati e scarti petroliferi in materiali utilizzabili per la produzione di fibre sintetiche, vernici e sostanze anti-gelo.

SDA-ATS