Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ponticello stampato in 3D.

KEYSTONE/EPA ANP/BART MAAT

(sda-ats)

Va all'Olanda il primato dell'uso civile delle stampanti 3D: oggi a Gemert, nel Nord Brabante, le autorità hanno inaugurato il primo ponte al mondo "stampato" con la tecnica tridimensionale.

Si tratta di una struttura di otto metri, parte di una pista ciclabile e aiuta a superare un piccolo rivolo d'acqua. Le stampanti 3D hanno cominciato a produrre i blocchi di cemento spessi un centimetro a giugno scorso, terminando a settembre.

Il progetto nasce da una collaborazione tra gli studenti dell'Università tecnologica di Eindhoven e il gruppo edile BAM Infra. "Con la stampa 3D hai più flessibilità sulla forma del prodotto", ha detto il direttore della BAM, Marinus Schimmel. Altro vantaggio, "serve meno cemento e non ci sono emissioni".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS