Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lodewijk Asscher mentre fa campagna in vista delle elezioni

KEYSTONE/EPA ANP/BART MAAT

(sda-ats)

Le accuse di nazismo e fascismo che la Turchia ha rivolto all'Olanda devono "essere ritirate", altrimenti "le relazioni" tra i due Paesi "resteranno difficili". Lo ha dichiarato il vicepremier olandese Lodewijk Asscher, secondo quanto riferisce l'agenzia Belga.

Se arriveranno le scuse, l'Aja non prenderà alcuna misura contro Ankara in quanto l'essenziale, ha sottolineato Asscher, è che ritorni la calma.

Si è appreso intanto che l'Olanda ha allertato i connazionali in viaggio in Turchia: il ministero degli esteri olandese ha infatti rivisto l'avviso di viaggio verso la Turchia, chiedendo ai propri cittadini che si recano nel Paese mediterraneo di fare attenzione ed evitare gli assembramenti.

"Delle tensioni diplomatiche esistono tra l'Olanda e la Turchia dall'11 marzo 2016. Restate in allerta su tutto il territorio turco ed evitate gli assembramenti e i luoghi molto frequentati. Seguite le informazioni fornite dall'ambasciata e dal consolato generale", si legge sul sito del ministero degli esteri olandese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS