Navigation

Olanda, Wilders ritenuto colpevole per insulti a marocchini

L'uomo politico è stato condannato per fatti risalenti al 2014. KEYSTONE/EPA ANP/ROBIN VAN LONKHUIJSEN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2020 - 15:30
(Keystone-ATS)

Geert Wilders, il leader del partito di destra olandese Pvv (Partito per la libertà), è stato riconosciuto colpevole di avere insultato una minoranza, quella marocchina. Lo riferisce l'agenzia di stampa olandese Anp.

Secondo il quotidiano De Volkskrant, la Corte d'appello dell'Aja ha stabilito che Wilders è colpevole di insulti di gruppo, ma non di incitamento all'odio e alla discriminazione.

La Corte si è espressa su quanto accaduto nel 2014, quando Wilders durante un comizio prima di un voto locale chiese alla folla: "Volete più o meno marocchini nella vostra città e in Olanda?". Appello al quale i suoi fan risposero in coro: "Di meno, di meno".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.