Navigation

Olanda fa causa alla Russia a Strasburgo per aereo abbattuto

Nel disastro persero la vita 298 persone, inclusi 196 cittadini olandesi. Keystone/AP/DMITRY LOVETSKY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2020 - 21:07
(Keystone-ATS)

Il governo olandese ha presentato ricorso alla Corte europea dei diritti umani contro la Russia per l'abbattimento dell'aereo della Malaysia Airlines nei cieli ucraini il 17 luglio 2014, che causò la morte di 298 persone, inclusi 196 cittadini olandesi.

Nel ricorso l'Olanda sostiene che l'aereo è stato abbattuto dal sistema missilistico terra aria Buk-Telar della Federazione Russa e che quindi il paese è responsabile delle morti.

L'Olanda imputa alla Russia la violazione dell'articolo 2, 3 e 13 della convenzione europea dei diritti umani che riguardano il diritto alla vita, il diritto a non essere torturati e sottoposti a trattamenti inumani e degradanti e quello a un rimedio effettivo per quanto subito.

Nel dar notizia del ricorso la Corte di Strasburgo scrive che "la Russia ha ripetutamente negato ogni coinvolgimento nella distruzione dell'aereo".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.