Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOSANNA - Le autorità del canton Vaud e della città di Losanna hanno reso omaggio all'ex presidente del Comitato internazionale olimpico (CIO) Juan Antonio Samaranch, spentosi il 21 aprile scorso all'età di 89 anni. Fu sotto la sua egida che il capoluogo vodese diventò città e capitale olimpica (nel 1982 e nel 1993), nonché sede di numerose organizzazioni sportive.
Circa 800 persone hanno assistito questa sera a una cerimonia organizzata in ricordo di Samaranch alla Cattedrale di Losanna. Presenti tra gli altri il suo successore Jacques Rogge, il presidente del Consiglio di Stato vodese Pascal Broulis e il sindaco di Losanna Daniel Brélaz.
Il capoluogo vodese occupava uno spazio speciale nel cuore di Samaranch, hanno ricordato gli oratori. Non è stato quindi un caso che a Losanna si siano insediati il Museo olimpico e il Tribunale arbitrale dello sport. E che lo stadio di Vidy sia stato battezzato col suo nome nel 2001, quando lo spagnolo lasciò i vertici del CIO.

SDA-ATS