Navigation

Olma: Berset apre 77esima fiera agricoltura e alimentazione

Il consigliere federale Alain Berset con il maialino dell'Olma. KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2019 - 15:40
(Keystone-ATS)

A San Gallo si è aperta oggi la 77esima edizione dell'Olma, la tradizionale fiera svizzera dell'agricoltura e dell'alimentazione, inaugurata dal consigliere federale Alain Berset. Ospite d'onore quest'anno non un cantone ma la cultura popolare elvetica.

Con un discorso dai toni scherzosi Berset ha alleggerito la per tradizione piuttosto rigida cerimonia di apertura dell'Olma: il ministro ha allegramente confidato di non essere sospeso, pur partecipando per la prima volta alla fiera: "i colleghi mi hanno avvertito che il latte non è l'unica bevanda concessa" nell'area della kermesse.

Berset si è tuttavia detto stupito di essere stato invitato come ministro della salute ad una fiera in cui si beve molta birra e vino e si mangiano tonnellate di salsicce, fonduta o patatine fritte. "E poi - ha concluso scherzosamente - lasciate fuori l'unica cosa sana del Bratwurst, la senape". Al termine del discorso Berset ha fatto il giro della fiera e si è prestato alla tradizionale foto con il maialino.

La fiera - che si protrarrà fino al 20 ottobre - presenta una gran parte delle usanze elvetiche e vuole condurre il pubblico in un emozionante viaggio nel colorato mondo delle tradizioni locali con il motto "guardare, ascoltare, partecipare".

Fra l'altro, una sezione speciale dal titolo "Dresscode" (abbigliamento appropriato) mostra il variegato mondo dei costumi tradizionali svizzeri da ieri ad oggi. Alcuni possono persino essere toccati e confrontati. I visitatori vedranno poi all'opera artigiani che tessono, fanno merletti col tombolo, berretti e cuffie oppure intenti a plissettare. Ci sono anche corsi accelerati di jodel, danza popolare o talerschwingen (far girare una moneta di cinque franchi d'argento in una catinella conica per il latte).

www.olma-messen.ch

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.