Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

AARAU - In seguito all'omicidio della 16enne Lucie, il governo argoviese riorganizza i servizi amministrativi responsabili dell'esecuzione delle pene. La sezione che si occupa delle liberazioni condizionali sarà integrata nell'amministrazione.
La nuova sezione "Esecuzione delle pene e liberazioni con la condizionale" avrà 14 dipendenti e diventerà operativa dall'inizio del 2011, ha dichiarato oggi davanti alla stampa il capo del Dipartimento argoviese dell'interno, Urs Hofmann (PS). Sarà pure creato uno speciale gruppo che si occuperà dei casi particolari.
Nel canton Argovia la presa a carico dei detenuti liberati condizionalmente era finora affidata ad un'associazione. Il governo argoviese è convinto che l'integrazione di questi compiti nell'amministrazione migliorerà lo scambio di informazioni fra i vari uffici.
La 16enne Lucie, una ragazza alla pari friburghese, è stata uccisa il 4 marzo 2009 da uno svizzero di 25 anni che l'aveva attirata nel suo appartamento a Rieden (AG). Quest'ultimo era stato rilasciato con la condizionale nell'agosto 2008 da una casa di rieducazione al lavoro per giovani adulti.
Il giorno prima di uccidere Lucie, il 25enne non era stato accolto in una clinica di Neuenhof (AG), perché si era presentato in ritardo. Il servizio esecuzione delle pene e misure argoviese aveva da poco ordinato una disintossicazione in clinica, dopo che il giovane aveva ripreso a consumare droghe.

SDA-ATS