Navigation

Omicidio Hollywood: identificata la vittima smembrata

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 gennaio 2012 - 09:30
(Keystone-ATS)

Nuova puntata del giallo sulle colline di Los Angeles: è stato identificato l'uomo di cui è stata prima ritrovata la testa mozzata e poi mani e piedi, sotto alla celeberrima scritta 'Hollywood', non lontano dalla casa dell'attore Brad Pitt. Lo hanno reso noto le autorità giudiziarie, che però al momento non intendono rivelare niente di più.

Secondo quanto ha affermato un portavoce del coroner di Los Angeles, l'identità, l'età e qualsiasi dettaglio della vittima non vengono diffusi perchè la sua famiglia non è stata ancora avvisata e le indagini sono a pieno regime.

La prima macabra scoperta risale a tre giorni fa, ed è stata fatta da due passanti. I loro cani, lasciati liberi nel Bronson Canyon Park, hanno trovato un sacchetto in cui c'era nascosta la testa di un uomo, sulla quarantina, e con i capelli grigi. Sul posto è subito intervenuta la polizia con i cani che hanno ritrovato le altre parti del corpo, ovvero i piedi, e soprattutto le mani, i cui polpastrelli avranno forse aiutato gli inquirenti di risalire al nome della vittima, grazie alle impronte digitali. Una delle due donne che hanno ritrovato la testa ha raccontato che in un primo momento si pensava che si trattasse di un pezzo di scenografia dimenticato da qualche troupe cinematografica. "La nostra ipotesi era che, siccome lassù c'è sempre gente impegnata a girare film, si trattasse di un oggetto di scena". Poi, avvinandosi, ha capito che era invece "una testa umana mozzata da poco".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?