Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La direttrice della Pâquerette - la struttura carceraria di Ginevra nella quale lavorava Adeline e dove era ospitato il suo presunto omicida Fabrice A. - è stata sospesa. La decisione è stata presa da Michel Halpérin, presidente del consiglio d'amministrazione dell'ospedale universitario di Ginevra (HUG), in seguito alle schiaccianti responsabilità evidenziate dall'inchiesta amministrativa.

Il provvedimento dovrà ancora essere confermato lunedì dall'ufficio del consiglio d'amministrazione, precisa l'HUG all'ats. Parallelamente, Halpérin proporrà di aprire un'inchiesta amministrativa nei riguardi della direttrice.

Le prime conclusioni, presentate ieri, dell'inchiesta condotta dall'ex consigliere di Stato Bernard Ziegler sulle possibili cause che hanno portato al dramma del 12 settembre, accusano sia la direttrice del centro di reinserimento sociale che la responsabile del Servizio ginevrino di esecuzione delle pene (SAPEM).

Entrambe - ha affermato ieri Ziegler - non hanno rispettato le procedure previste per le uscite di detenuti pericolosi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS