Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel mondo 2,3 miliardi di persone non hanno accesso a servizi igienici di base (foto d'archivio)

Keystone/MARTIAL TREZZINI

(sda-ats)

Nel mondo 2,3 miliardi di persone non hanno accesso a servizi igienici di base e quasi la metà di loro è costretta a fare i propri bisogni all'aperto.

Oltre a questi, ci sono altri 4,5 miliardi di persone che un gabinetto ce l'hanno, ma non collegato a fognature o fosse biologiche. A segnalarlo è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che lancia un appello ai paesi ad aumentare gli investimenti per raggiungere l'obiettivo di garantire una toilette per ogni persona nel mondo entro il 2030.

L'Oms ha inoltre appena pubblicato le prime linee guida globali su salute e servizi igienici: se fossero adottate da tutti - spiega - si potrebbero ridurre in modo significativo le circa 830mila morti per diarrea dovute ogni anno ad acqua sporca e alla mancanza di servizi igienici. Per ogni dollaro investito sui servizi igienici, l'Oms stima un ritorno di circa sei volte in termini di minori costi sanitari, maggiore produttività e meno morti premature.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS