Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha respinto oggi le accuse di alcuni di avere "un'agenda nascosta" favorevole all'industria farmaceutica nella lotta condotta ai farmaci contraffatti.
L'Oms non vuole segretamente proteggere i diritti di proprietà intellettuale sui farmaco, non è il nostro compito. "Il nostro lavoro si concentra sulla protezione della salute pubblica", ha affermato oggi a Ginevra Hendrick Hogerzeil, direttore del programma dell'Oms sui farmaci essenziali a margine di un accersso dibattito sul tema alla sessione annuale dell'Assemblea mondiale della sanità.
Un gruppo di Paesi latinoamericani da una parte, India e Tailandia dall'altra ed un gruppo di organizzazioni non governative mettono in causa l'uso del termine "contraffatto" da parte dell'Oms affermando che la parola è sata per proteggere i diritti di proprietà intellettuale di un prodotto mentre l'Oms deve concentrare i suoi sforzi sulla qualità dei prodotti.

SDA-ATS