Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono circa 186.300 i bambini e ragazzi sotto i 18 anni che ogni anno muoiono a causa di un incidente stradale, oltre 500 al giorno. La percentuale è tre volte più alta nei paesi in via di sviluppo rispetto a quelli industrializzati.

Molti di più, migliaia, i feriti a volte anche gravi. Questo l'allarme lanciato in occasione della terza settimana mondiale per la sicurezza stradale indetta dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Dieci i punti individuati per proteggere i più piccoli, nell'ambito di una campagna denominata #savekidslives: 1. Controllare la velocità 2. Ridurre l'alcol alla guida 3. Usare il casco per ciclisti e motociclisti 4. Proteggere i bambini in auto usando seggiolini e cinture di sicurezza 5. Migliorare la visibilità del bambino quando è su strada (giubbotti catarifrangenti, abiti bianchi o colorati, più vigili negli attraversamenti stradali) 6. Migliorare le infrastrutture stradali 7. Migliorare la sicurezza dei veicoli per i bambini 8. Ridurre i rischi per i guidatori giovani (a 15 anni in alcuni Paesi si può avere la patente) provocati da droghe, alcol, messaggi al cellulare mentre si è alla guida 9. Migliorare le cure per i piccoli vittime di incidenti 10. Supervisionare i bambini quando sono per strada.

In occasione della settimana mondiale per la sicurezza stradale è stata anche diffusa la "Child safety road declaration", una dichiarazione per invitare i decision markers del mondo a tutelare sicurezza dei bambini in strada.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS